TABLONI? BONAZZONE 26ENNE CON LA FACCIA DA SCHIAFFO
Certo che le vie della “scrittura”, sono infinite…E così, per averne certezza, lo scorso week-end, mi trovo al Barilla center a presenziare al debutto in letteratura di Paolo Amir Tabloni con il romanzo “Onde Perfette”. Fin qui, e detta così, non v’è traccia alcuna di stranezza, non fosse che, ma lo scopro pian piano man mano, che l’autore è un bonazzone 26enne, calciatore, ex modello, faccia leggermente da schiaffo, i primi capelli leggerissimamente ingrigiti, mentre a fargli da contorno svolazzano una decina di cheerleaders ed io, ngurante, manco sapevo che in città ci fossero le ragazze col pon pon…
C’è l’editore, un discreto e magrissimo giovin signore dall’aria di spretato di fresco che si gusta un’inaspettata aria frizzantina di mondanità da provincia peccaminosa, c’è l’ Assessor Lasagna in rappresentanza del Comune, c’è quella mescolanza da “sabato pomeriggio” di presunta arte (salvo che poi il romanzo, “Onde Perfette”, per quanto pieno di stereotipi e di convinzioni letterarie da manuale è “anche” carino pur non essendo un capolavoro, diamogli tempo…) e voglia di shopping…
Bella la vita del sabato del villaggio, stanno tutti bene, ma il calciatorino Paolo, che vuol fare carriera solo come “bravo” e non come “bello” è malinconico: signorine, forse che abbia bisogno di una coach per tornare a far sorridere il suo 1,90 di letteratura? Pensateci voi, ma fatemi sapere…
Platinette